Le piante fanno bene alla salute, soprattutto al lavoro

Le piante non solo rallegrano e rendono più fresco un ambiente domestico, ma anche l’ambiente lavorativo. Non solo, tenere una pianta sulla scrivania dell’ufficio e prendersene cura abbassa i livelli di stress e migliora la vita lavorativa. La conferma una ricerca giapponese condotta da Masahiro Toyoda, Yuko Yokota, Marni Barnes e Midori Kaneko, che hanno analizzato l’uso pratico delle piante d’appartamento allo scopo di aumentare la salute mentale dei dipendenti. L’obiettivo della ricerca era verificare l’effetto di riduzione dello stress derivante della interazione con una pianta a seguito di una sensazione di affaticamento durante le ore d’ufficio.

Verificare l’impatto psicologico e fisiologico indotto dalle piante da interno

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista HortTechnology ed è stata condotta presso l’Università di Hyogo, ad Awaji, in Giappone, allo scopo di verificare scientificamente l’impatto psicologico e fisiologico indotto dalle piante da interno. Invece di condurre esperimenti in un ambiente di laboratorio i ricercatori hanno calcolato la riduzione dello stress sui dipendenti in ambienti di ufficio reali. Questo tramite l’interazione con una pianta, scelta e accudita dallo stesso soggetto, in un ambiente di ufficio reale.

“Al momento, non così tante persone comprendono e sfruttano appieno il beneficio che le piante possono apportare sul posto di lavoro – afferma Toyoda -. Abbiamo deciso che era essenziale verificare e fornire prove scientifiche dell’effetto di riduzione dello stress che le piante possono produrre”.

Cambiamenti nello stress prima e dopo aver posizionato la pianta sulla scrivania

Il team di ricerca ha studiato i cambiamenti dello stress psicologico e fisiologico prima e dopo aver posizionato una pianta sulle scrivanie dei lavoratori. La ricerca ha coinvolto 63 lavoratori, divisi in due gruppi e invitati a riposarsi per tre minuti quando si sentivano affaticati, riporta AGI. A differenza del gruppo di controllo, che non prevedeva l’interazione con la pianta, il gruppo di lavoratori che doveva prendersi cura di una piccola pianta manifestava una diminuzione della frequenza cardiaca in modo significativo dopo un riposo di 3 minuti, e a seguito dell’interazione con la loro pianta da scrivania.

Una soluzione economica e utile per migliorare le condizioni dei dipendenti

Ai partecipanti è stata offerta una scelta di sei diversi tipi di piante da tenere sui loro banchi, piante aeree, piante bonsai, cactus san pedro, piante a fogliame, kokedama o echeveria. Ogni partecipante ha scelto uno dei sei tipi di piccole piante da interno, e lo ha posizionato vicino al monitor del PC sulla propria scrivania. La ricerca dimostrerebbe che l’ansia diminuisce significativamente con l’interazione attiva (osservare e accudire la pianta) rispetto all’interazione passiva (scelta e posizionamento della pianta), in ogni fascia d’età e di impiego del campione di soggetti considerato. Toyoda e il suo team suggeriscono agli imprenditori che le piccole piante da interno potrebbero essere una soluzione economica e utile per migliorare le condizioni d’ufficio dei dipendenti, promuovendo e facilitando la salute mentale degli impiegati.